Chi è itexor

Dopo aver fondato l’Associazione Italiana Customer Experience – AICEX ho deciso di guardare oltre, forte della convinzione che la customer experience, pensata solo per i clienti esterni, non basta più. Ecco perché ho fondato anche l’Italian Experience Organization – ITEXOR.

Il coinvolgimento dell’intero ecosistema aziendale è un passo obbligato per chi voglia affrontare e vincere le sfide lanciate dall’economia dell’esperienza nella quale viviamo. Del resto, chi ha correttamente interpretato l’approccio basato sulla customer experience, ha già considerato in maniera estensiva il termine “customer”, considerando clienti esterni, interni, e potenziali; oltre che partner, fornitori, parti interessate.

Cosa fa itexor

L’Italian Experience Organization è il riferimento per chi voglia vincere le sfide di un mondo che cambia, e se le aziende non riescono ad avere successo in questa epoca è anche perché spesso non utilizzano un adeguato framework per le loro strategie, progetti, attività, e quindi hanno difficoltà a nutrirsi delle enormi opportunità offerte dall’experience economy.

Seguendo i successi dell’Associazione Italiana Customer Experience, l’obiettivo è quello di supportare chi voglia offrire esperienze di valore, con la consapevolezza che i processi sono alla base del successo, e spesso artefici delle esperienze vissute da chi, direttamente o indirettamente, dall’interno o dall’esterno, interagisce con le aziende.

Chi agisce sui processi interni ed esterni si differenzia nettamente dai competitor ed acquista vantaggio competitivo, anche a parità di tecnologia utilizzata e risorse finanziarie spese.

Hanno già apprezzato le mie attività persone di:
Salesforce, Adobe, GUCCI, L’Oreal, Pambianco, EON, Sorgenia, ENEL, Verisure, Emergency, Groupama, MSC, General Electric, General Motors, Simon-Kucher & Partners, SNAI, CheBanca!, Widiba, Illimity, Credem, IDC, Emergency, Dompè, Novartis, Zendesk, IKEA, e tanti altri …