L’Omnichannel non c’è più.
Photo by Ryoji Iwata on Unsplash

L’Omnichannel non c’è più.

Immersi nelle esperienze delle quali in ogni istante ci nutriamo, prestiamo sempre meno attenzione ai canali attraverso i quali ne fruiamo. ©gcmocci

Il digitale fa ormai parte del mondo fisico, e siamo abituati ad interagire con i brand tramite siti web, app, ricerche vocali, touch screen, negozi fisici, contact centre, persone.

Anche un’operazione semplice come un ordine su Amazon può: 1) iniziare con un’App 2) continuare con una email di conferma 3) concludersi con il corriere che consegna il prodotto.

Interagiamo con tale frequenza e disinvoltura con canali diversi che vi prestiamo sempre meno attenzione, ciò che importa è l’obiettivo da raggiungere, in maniera semplice e piacevole.

Ma se le persone prestano sempre meno attenzione ai canali, perché le aziende dovrebbero continuare a farlo? E come?

(altro…)

3 commenti

Libro: La terza faccia della moneta

LA TERZA FACCIA DELLA MONETA
Le dinamiche che guidano la nostra relazione con il denaro

L’autore è Massimo Bustreo PhD, umanista, psicologo del lavoro e delle organizzazioni. Docente e ricercatore Universitario all’Università IULM di Milano e all’Accademia di Belle Arti di Verona, è autore di numerose pubblicazioni e scritti scientifici e divulgativi.

Questo non è un libro sui soldi, perché parla di fiducia, di relazione, e di decisioni. Questo è un libro sulle persone.

(altro…)

2 commenti

Amazon: dalle pere ai popcorn

La sfida per i brand non è più quella di posizionarsi nelle nostre menti, ma di posizionarsi nelle nostre vite.

Un tempo la pubblicità serviva ai brand per fare in modo che li tenessimo a mente e ci ricordassimo di loro. Adesso invece la pubblicità supporta le azioni dei brand per posizionarsi nelle nostre vite. Questo tema è ben espresso nel libro Scripta Volant di cui ho anche fatto la recensione.

Alla pubblicità, parole, seguono i fatti.

Ricorderai che Ikea, dopo la collaborazione con Adidas per portare salute e benessere nelle nostre case, ha avviato anche la collaborazione con Lego per portare il gioco nelle nostre case. E poi essa stessa è fisicamente sempre più vicina con l’apertura di punti vendita di quartiere.

Amazon non è da meno, ma con un approccio più pervasivo e metodico, come dice qualcuno quasi subdolo.

(altro…)

Commenti disabilitati su Amazon: dalle pere ai popcorn